Not in my name

Città immondezzaio: il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, si scusa coi turisti a nome di tutti i palermitani. Due domande, che non mi sono posto soltanto io.
Perché scusarsi coi turisti e non anche coi cittadini?
Perché scusarsi a nome di tutti i cittadini quando solo alcuni di loro hanno causato questo schifo?

  

13 Comments

  1. la contessa
    Giu 03, 2009 @ 18:14:55

    Perchè il nostro (?) è il sindaco più cool d’Italia. Ecco perchè.

  2. Gery Palazzotto
    Giu 03, 2009 @ 18:16:56

    Diavolo di una Contessa, non ci avevo pensato!

  3. Abbattiamo
    Giu 03, 2009 @ 18:22:29

    Perché scusarsi a nome di tutti i cittadini, compresi quelli che non l’hanno votato e che non si sono mai sentiti rappresentati da lui? Si scusi a nome dei suoi elettori e ri-elettori, casomai.

  4. gianni allegra
    Giu 03, 2009 @ 18:47:58

    Come si intitolava il film, Certi fantasmi?

  5. gianni allegra
    Giu 03, 2009 @ 18:51:30

    @Contessa: avevo già disegnato la vignetta per Repubblica di domani, ma poi, un attimo prima di inviarla, mi è venuta un’altra idea. Dopodomani apparirà quella pensata e disegnata prima ma accantonata per 24 ore, parallela alla sua (cool).

  6. gianni allegra
    Giu 03, 2009 @ 18:56:41

    I palermitani sono così supini e rassegnati che non meritano scuse. Anzi, devono scusarsi se per caso non votano nel solito modo.

  7. fm
    Giu 03, 2009 @ 19:17:11

    Veramente Cammarata dovrebbe chiedere scusa a noi cittadini, anche a quelli che lo hanno votato

  8. gianni allegra
    Giu 03, 2009 @ 19:21:43

    @fm: che ingenuona!

  9. fm
    Giu 03, 2009 @ 19:51:41

    @ Gianni
    Ho scritto “dovrebbe” infatti.

  10. gianni allegra
    Giu 03, 2009 @ 19:53:43

    @fm: volevo vedere l’effetto che faceva dirti ingenuona (sapendo quanto poco ingenua tu sia!)

  11. fm
    Giu 04, 2009 @ 09:25:03

    D’accordo Gianni, magari non sono ingenua ma mi serve a poco perché decisamente non sono furba! I palermitani e per estensione i siciliani e buona parte degli italiani sono invece “furbissimi”.

    Vicino casa mia, dove normalmente la gente rispetta le modalità di conferimento dei rifiuti, in attesa dell’esercito che ripulisce ( a mo’ di impresa di disinfestazione ) la gente, come la chiama Berlusconi, si è liberata di comò, armadi, comodini, scarpiere con dentro le scarpe, lavatrici, televisori analogici ecc.

  12. il cacciatorino
    Giu 04, 2009 @ 09:26:54

    Sono arrivato alla conclusione che fa bene a restarsene invisibile. Appena tenta una sortita è subito uno scivolone. O siamo noi che non gliene perdoniamo una, o quest’uomo è proprio la negazione di tutto ciò che un personaggio pubblico dovrebbe saper fare. Non ha la struttura, non è cosa sua. Rideva pure vicino a Bertolaso. Ma che ci ridi? Però è anche una questione di faccia, e lì c’è poco da risolvere. Non gli si crede proprio da un punto di vista somatico, secondo me. Le scuse fatte da Braccio di Ferro o Napo Orso Capo mi suonerebbero più verosimili. Ma quando finisce il mandato?

  13. il cacciatorino
    Giu 04, 2009 @ 09:28:26

    Scusate, volevo dire: quando sparisce il nulla? Ma mi pare una questione quasi metafisica, e ho paura che non se ne esca.

Leave a Reply