Prestazioni gratuite

E se lo dice Lansdale.

Domanda: c’è la stessa soddisfazione a leggere gratis?

  

9 Comments

  1. gianni allegra
    Apr 28, 2009 @ 15:07:42

    Leggere e scrivere gratis può essere sicuramente un’enorme soddisfazione. Se chi scrive ha già un buono e consolidato reddito e non ha un’occidentale ingordigia compulsiva.

  2. Anonimo
    Apr 28, 2009 @ 15:11:24

    Io invece penso che comprare ciò che leggi sia meglio. E’ il senso di una scelta.
    Cl.R.

  3. Fabio
    Apr 28, 2009 @ 15:11:39

    Leggere gratis? Sicuramente il mio portafogli mi ringrazierebbe…

  4. gianni allegra
    Apr 28, 2009 @ 15:14:57

    Appunto: chi paga le prestazioni gratuite?

  5. toga
    Apr 28, 2009 @ 17:18:32

    Quando ho cominciato a scrivere per i giornali lo facevo per la gloria. Oggi lo faccio soprattutto per Gloria, mia figlia. Un articolo ha cambiato i miei orizzonti. Ma non la voglia di scrivere. Saluti

  6. silvia
    Apr 28, 2009 @ 17:21:55

    Oppure si potrebbe portare a compimento la lettura, decidere qual’è il valore da attribuire e fare un bonifico all’autore. Il sistema è lo stesso di un famoso (ad opera della stampa) ristorante non mi ricordo di quale città. Il cliente consuma il suo pasto e decide “la ricompensa”. Buongusto e meritocrazia.

  7. silvia
    Apr 28, 2009 @ 17:26:24

    Dimenticavo, non conosco Lansdale ma è senz’altro miliardario.

  8. Fabio
    Apr 28, 2009 @ 17:29:50

    Tempo fa un gruppo musicale , Radiohead, ha pubblicato il loro lavoro su Internet.
    Chi voleva poteva scaricarlo pagando quello che ritenesse essere il prezzo giusto.
    A parte i primi giorni, in cui a causa di un malfunzionamento del sistema anche se si inseriva la cifra zero era permesso il download dei brani,successivamente milioni di utenti si sono connessi per acquistare i brani con cifre che partivano da un euro in su.
    Non sarebbe male applicare lo stesso metodo ai libri.
    Sicuramente gli scrittori e le case editrici la pensano diversamente.

  9. la contessa
    Apr 28, 2009 @ 20:21:39

    Scrivere gratis? Semplicemente, non gli credo. Leggere gratis? No, ma una politica dei prezzi che renda i libri accessibili a tutti è cosa buona e giusta (“Uomini che odiano le donne” di S. Larsson è arrivato a 21,50 Euro)!

Leave a Reply