Anonimo internettiano

di Raffaella Catalano

Mi è parso di capire che quest’estate, in questo blog, va di moda l’anonimo. E’ un abito sempre più usato. La collezione estiva della vetrina palazzottiana prevede modelli e taglie di ogni genere: anonimo rissoso con sfumature verde biliare; anonimo politico, rigorosamente nero, con cuciture a destra; anonimo rosso-sessantottino con spacco a sinistra; anonimo scollato dalla realtà; anonimo double face per tutte le stagioni; anonimo corto e stringato; anonimo extralarge con evidente tendenza a debordare.
Dato che questo abitino – per tanti comodo – è un successo di stagione e quindi molto trendy, ho provato più volte a indossarne uno anch’io. Devo dire che l’anonimo mi sta un po’ stretto. Però capisco, mettendomi nei panni di chi lo usa, che guardandosi allo specchio in effetti sfila. Anzi, defila…

  

21 Comments

  1. Con le migliori intenzioni | Gery Palazzotto
    Ago 12, 2009 @ 00:08:50

    […] nell’anonimato. Mi piacerebbe – ma questa è una fissazione mia e di qualche altro autore che bazzica da queste parti – che il dibattito sui blog fosse chiaro e aperto, con volti e […]

Leave a Reply