Lavoratori

Lavoro e lavoratori. Ecco una breve rassegna di opinioni in merito.

Neri a metà. Berlusconi: “In Italia ci sono 1.700.000 disoccupati, anche se in realtà il 60% di loro ha un lavoro in nero”.
La noia del sabato sera. Charles Baudelaire: “Tutto sommato lavorare è meno noioso che divertirsi”.
Parola di magro. Piero Fassino: “Occorre flessibilità, non precarietà”.
Il nulla fai da te. Léo Campion: “Il lavoro è l’occupazione di chi non ha nulla da fare”.
Una tantum. Elsa Morante: “Il lavoro non è per gli uomini, è per i ciucciarielli. Anche una fatica magari può dar gusto qualche volta, purché non sia un lavoro”.
Amici e sàlvati. Clarence Seward Darrow: “Io sono amico dell’operaio e preferisco essergli amico che essere un operaio”.
Piazza (troppo) grande. Cuffaro dopo l’ennesima stabilizzazione di precari: “La Regione non è succube delle piazze”.
Nudi alla meta. Thomas Alva Edison: “Le grandi occasioni vengono perse dalla maggior parte della gente perché sono vestite in tuta e somigliano al lavoro”.
Cogito ergo sgrunt! Henry Ford: “Pensare è il lavoro più arduo che ci sia: è probabilmente questo il motivo per cui così pochi ci si dedicano”.
Per i più temerari. Oscar Wilde: “Il non fare nulla è la cosa più difficile del mondo”.
L’immagine è di Jpergrafando.
  

Leave a Reply